Biografia

Laureatasi a pieni voti assoluti presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, con tesi in diritto fallimentare e bancario dal titolo “La responsabilità della banca per concessione abusiva del credito” (relatore prof. Dolmetta), l'avvocato Livia Franco si occupa prevalentemente di contenzioso in materia di diritto civile (contratti, successioni, diritti reali), commerciale, bancario e finanziario e di consulenza legale nei medesimi ambiti.
Ha collaborato con Dirittobancario.it e Ilcaso.it
Ha frequentato master di specializzazione in diritto successorio e in diritto contenzioso societario.

Ha frequentato il Corso di Alta Formazione in Gestori della Crisi da Sovraindebitamento del consumatore e dell’impresa e conseguito la relativa abilitazione.

Collabora con D&S dal 2014.



Lingue parlate: inglese

P.I. 08869430960 / C.F. FRNLVI89H56E791S

Dal Blog

12.05.2020

Mancata indicazione della commissione implicita e/o del mark to market: il contratto derivato è nullo

Molto spesso, nell’ambito della negoziazione per la concessione di un finanziamento (ma anche a fronte di finanziamenti preesistenti, considerati uti singoli o nella loro complessità), l’imprenditore viene sollecitato dalla Banca a sottoscrivere un prodotto finanziario avente la (dichiarata) finalità di coprire il soggetto finanziato dal rischio di fluttuazione del tasso di interesse, variabile, del finanziamento stesso.

Si tratta dell’Interest Rate Swap, di frequente sottoposto all’attenzione dei giudici italiani poiché foriero di ingenti esborsi per le imprese.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.  Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Cliccando su pulsante "Accetto" acconsenti all’uso dei cookie.
Accetto